Sei nella categoria:

Quando conviene sottoscrivere una polizza stagionale?

- Advertisement -

Contrariamente alle auto, le moto sono usate prevalentemente nella bella stagione o, al massimo, nel weekend, quando si ha tempo di godersi un giro in libertà: nel resto del tempo il veicolo rischia di rimanere parcheggiato in garage o in deposito ma con una polizza ugualmente da pagare. Per questo motivo le compagnie assicurative hanno pensato alla polizza stagione della moto, un tipo di assicurazione che garantisce un notevole risparmio annuale e che si divide in diverse tipologie.

Polizza stagionale moto: quali sono le formule

Se da un lato ci sono i temerari che utilizzano la moto tutto l’anno, dall’altro lato molti motociclisti preferiscono sfruttare questo mezzo solo con la bella stagione, tendenzialmente nei mesi estivi e primaverili. Per venire incontro a questa esigenza, le agenzie assicurative hanno introdotto una formula particolare chiamata polizza sospendibile: si tratta di un tipo di assicurazione che copre solamente determinati mesi dell’anno e che risulta non attiva durante il resto del tempo.

L’assicurazione sospendibile può avere una durata trimestrale o semestrale, a seconda delle esigenze del contraente. Negli altri mesi, non essendo dotata della polizza obbligatoria per legge, la moto non può essere utilizzata neanche per un brevissimo tratto di strada, pena pesanti sanzioni pecuniarie e la sospensione della patente. Così facendo, comunque, si può ottenere un importante risparmio economico essendo il premio assicurativo corrispondente solamente a pochi mesi.

Occorre dunque conoscere perfettamente il tipo di impiego che si intende fare del mezzo, così da poter sottoscrivere la miglior polizza stagionale della moto. Se, per esempio, si utilizza il veicolo unicamente nei mesi estivi, allora è consigliabile scegliere un’assicurazione sospendibile di tre mesi, da giugno ad agosto. Molti altri, invece, iniziano ad utilizzare la moto prima e non smettono fino a che il freddo si fa particolarmente pungente: in questo caso una formula semestrale dalla primavera all’autunno potrebbe essere la soluzione migliore.

L’assicurazione moto temporanea

Girare in moto durante la bella stagione è un privilegio che non tutti possono permettersi: sono molte le persone che, a causa di impegni lavorativi o privati, possono utilizzare la moto solo in maniera saltuaria. Anche in questo caso, però, le compagnie assicurative hanno pensato a delle formule ad hoc per venire incontro alle esigenze di questi motociclisti.

Sottoscrivendo una polizza moto temporanea si ha la possibilità di utilizzare il proprio mezzo solamente in giorni prestabiliti: per esempio, si può scegliere una formula che permette di andare in moto nel weekend, sfruttando così i giorni della settimana in cui si ha del tempo libero. Questo tipo si assicurazione è anche chiamata giornaliera ed è una delle polizze dalla durata minore in assoluto.

In alternativa si può scegliere una soluzione che copra un lasso di tempo maggiore, come l’assicurazione della moto per cinque giorni, un tipo di polizza che si rivolge ai motociclisti che utilizzano il proprio veicolo per pochi giorni di seguito durante l’anno. Infine, è possibile optare per una polizza temporanea della durata di un mese, così da sfruttare al meglio le settimane estive di vacanza.

I vantaggi e gli svantaggi della polizza stagionale moto

L’assicurazione sospendibile così come quella temporanea è un tipo di polizza della moto molto flessibile e comporta sicuramente un notevole risparmio economico: il contraente, infatti, può pagare solamente il periodo di effettivo impiego del mezzo, senza dover sprecare soldi per una moto inutilizzata. Due soluzioni che sono in grado di soddisfare diversi tipi di motociclisti, da quelli che sfruttano il veicolo per diversi mesi a quelli che si godono la propria moto più saltuariamente.

La polizza stagionale della moto, tuttavia, presenta anche potenziali svantaggi a cui prestare particolarmente attenzione. Per prima cosa, anche se la moto è inutilizzata durante determinati mesi dell’anno essa può comunque essere soggetta a furti e incendi: per questo motivo occorre valutare attentamente se dotare o meno il proprio mezzo di una polizza che copra queste eventualità. In secondo luogo è necessario fare attenzione alle condizioni di proroga del contratto assicurativo e ai costi di riattivazione della polizza, entrambi fattori che variano molto in base all’agenzia scelta.

Articoli Correlati

Seguici

9,778FansMi piace
77FollowerSegui
1FollowerSegui
- Promo -

Ultimi Articoli

Esplora contenuti nel sito